PROGETTO TRAIL DEL MOSCATO

« Mentre parlava, io mi vedevo Gaminella in faccia, che a quell’altezza sembrava più grossa ancora, una collina come un pianeta, e di qui si distinguevano pianori, albereti, stradine che non avevo mai visto. Un giorno, pensai, bisogna che saliamo lassù. Anche questo fa parte del mondo. »
Cesare Pavese da “La luna e i falò

IL TRAIL DEL MOSCATO,

percorrere dei luoghi ricchi di Cultura e di storia; 54 km di corsa nelle Beatiful Hills. Una gara unica nel suo genere, promossa da tutto il territorio del Moscato. Nelle Langhe – Patrimonio Mondiale dell’Umanità  UNESCO.

Si corre in un ambiente splendido. È un riconoscimento fondamentale per affermare il valore culturale della nostra agricoltura. È la prima volta, infatti, che l’Unesco riconosce un paesaggio vitivinicolo italiano quale bene unico al mondo, Patrimonio dell’Umanità per la sua eccezionalità rurale e culturale. È un risultato prezioso che rafforza il posizionamento a livello  mondiale di alcune delle produzioni vitivinicole più pregiate e apprezzate del nostro Paese; al tempo stesso l’Unesco ha riconosciuto l’essenzialità dell’agricoltura e degli agricoltori quali sentinelle nella conservazione del paesaggio.

Il percorso per recuperare l’anima di questo territorio è quindi celebrare la fatica che comportava coltivare e mantenere questi luoghi da parte dei nostri nonni e delle generazioni precedenti, come momento di ricerca, di analisi e di unione. Senza dimenticare Cesare Pavese, cittadino di Santo Stefano Belbo,  uno dei più famosi scrittori e poeti degli ultimi 100 anni che proprio da queste colline ha tratto l’ispirazioni per i suoi romanzi e poesie lette e studiate  in tutto il mondo.

Da qui nasce l’idea di fare più gare di Trail running in contemporanea, intitolate ai romanzi di Pavese, che diventano un Evento volto ad unire le comunità, che esalti il territorio del vino Moscato e la fatica che richiede la sua coltivazione nell’intento di creare una sinergia tra queste attività outdoor,  i paesi attraversati e i gli abitanti del luogo.

Aspre salite e ripide discese, un continuo muoversi e correre su terreni diversi , sentieri, vigneti arroccati sui pendii delle colline, carrarecce, sterrate,  antiche vie di comunicazione usate fino agli anni ’50, tracce create dai cinghiali e dai caprioli che popolano i numerosi boschi. Il paesaggio è unico e meraviglioso con terrazzamenti a secco che nei secoli hanno trasformato un territorio rimasto per alcuni versi ancora selvaggio seppur dall’uomo modificato.

Quasi tremila metri di dislivello, attraverso cinque Paesi, vallate , rocche, cantine e chiese. Chilometri di muretti a secco, centinaia di ettari di vigneti i cui proprietari, alla fine della vendemmia del moscato, sono orgogliosi di ospitare e applaudire gli atleti che attraversano le loro proprietà.

Un  appuntamento che dal 2012, ha portato sul territorio più di 6.000 persone tra atleti e accompagnatori considerando le molteplici proposte sportive all’interno della Manifestazione.

Tre gare di Trail running dedicate al vino Moscato e  a Cesare pavese: la 54 km “Lavorare Stanca” , la 21 km “Paesi Tuoi”, la 10 km “Sali scendi”, due camminate di Nordic Walking di 21 e 10 km, una camminata enogastronomica  tra vigne e agriturismi e una manifestazione Ludico Sportiva chiamata Kids Fun Run di 2 km riservata ai ragazzi da 6 a 12 anni.

La corsa e le camminate permetteranno agli atleti di percorrere sentieri e tracciati sconosciuti, immergendosi completamente nel tessuto agricolo, scoprendo un panorama molto ricco, variegato, dove lo sguardo, correndo sui crinali collinari, si perde verso la catena alpina fin oltre i massiccio del Rosa e a sud fino alle alpi liguri.

In una sola frase “Il Trail del Moscato” !! che, organizzato dalla Asd Dynamic Center Valle Belbo con il Patrocinio di tutti icomuni coinvolti, per domenica 24 settembre 2017  si snoderà tra i vigneti delle Langhe. La partenza e l’arrivo sono previsti a Santo Stefano Belbo dove sono in programma anche altri eventi collaterali fra cui, un salone all’aperto durante al giornata del Trail, (posizionato nella splendida piazza del Paese da dove partono e arrivano tutte le gare),  dedicato ai produttori e a chiunque voglia esporre i propri prodotti locali, mentre la sera che precede le gare vi sarà un incontro dibattito sul Trail, gli allenamenti e la corsa in natura, presso la splendida Location della Fondazione Cesare Pavese.